Emergenza peste in Madagascar

NutriAid International
Condividi questo progetto

In Paesi come il Madagascar la possibilità di andare scuola e di mangiare spesso coincidono. A causa di epidemie come quella attuale della peste, non andare a scuola non permette ai bambini di beneficiare di un pasto completo e nutriente che possa salvarli dai rischi della malnutrizione. Un bambino malnutrito, in questo caso, sarà molto più esposto al rischio di contrarre una malattia, come la peste.

Il Madagascar, secondo i dati del 2017, ha un Indice Globale della Fame pari a 38,3. Classificato come “allarmante” si colloca tra gli ultimi 8 Paesi nei progressi a lungo termine per la riduzione della fame del mondo. In questo Paese infatti 1 bambino su 2 soffre di malnutrizione cronica che provoca danni psico-fisici irreversibili.

Oltre al problema della fame e della malnutrizione, da Agosto 2017 si è diffusa nel Paese un’epidemia di peste polmonare: è la forma più grave di peste perché è altamente contagiosa (via aerea) e ha un tasso di mortalità pari anche al 100% se non trattata tempestivamente con gli antibiotici. Secondo gli ultimi dati forniti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, aggiornati al 10 Novembre 2017, sono stati confermati 2.119 casi di peste, 171 i morti, di cui 1.618 casi e 72 morti relativamente alla peste polmonare. Il peggio sembra essere passato, ma è fondamentale fornire strumenti e medicinali per curare i casi esistenti ed evitare nuovi focolai dato che l’OMS prevede la presenza di altri casi fino ad Aprile 2018.

NutriAid sostiene dal 2012 la scuola Bienheureux François Palau. La struttura si occupa essenzialmente di bambini del quartiere periferico di Ambohijanamasoandro del distretto di Itaosy nella Regione della capitale Antananarivo e NutriAid ha costruito per loro una mensa, inaugurata a Novembre 2016, per garantire ogni giorno ai 400 bambini della scuola un pasto nutriente e bilanciato. A causa dell’epidemia di peste, i bambini però non sono andati a scuola per settimane per la paura del contagio.

Grazie al #GivingTuesday, INSIEME, possiamo fornire medicinali e strumenti di base per curare i casi di peste tempestivamente ed evitare eventuali forme di contagio grazie all’acquisto di:

  • un armadio per i medicinali (228,57 Euro)
  • Disinfettante (267,43 Euro)
  • Antibiotico Cotrimoxazolo (114,29 Euro)
  • Paracetamolo (68,57 Euro)
  • Termometri elettronici (514,29 Euro)
  • Siringhe 5cc e 10cc (11,43 Euro)
  • Vitamine (228,57 Euro)
  • Guanti (17,14 Euro)
  • Camici (10,29 Euro)
  • Saponette (462,86 Euro)
  • Sapone in polvere (171,43 Euro)

AIUTACI a fermare ORA questa epidemia garantendo cure adeguate ai bambini di Itaosy affinché possano andare a scuola senza la paura di essere contagiati. Grazie di cuore!