Non solo fosforo!

Progetto per il potenziamento cognitivo nei bambini con sindrome di Down

Trisomia 21 onlus
Condividi questo progetto

Matteo Mattia e i loro amici, che hanno la sindrome di Down, che cosa saranno in grado di fare nella vita?

Essendo la sindrome di Down una condizione genetica, sappiamo tutti che i bambini con un cromosoma in più hanno fin dalla nascita un ritardo cognitivo. Per fortuna però il loro sviluppo intellettivo e il loro futuro non sono segnati dalla nascita dal loro ritardo, perché in tutti le abilità intellettive possono essere accresciute e potenziate.

Tutti loro, col tempo, possono sviluppare le abilità e le autonomie che gli serviranno per avere una vita il più possibile autonoma e indipendente, con una buona integrazione sociale, scolastica e lavorativa.

Questo lo diceva già nel 1979 lo psicopedagogista Reuven Feuerstein, e noi applichiamo il suo Metodo con rigore scientifico, seguendo il modello dell’MS 4-8, grazie alla collaborazione con il Prof. Renzo Vianello dell’Università di Padova e con la sua equipe.

Sostenendo il nostro progetto di potenziamento cognitivo aiuti i nostri bambini con sindrome di Down a sviluppare e esprimere al massimo le loro potenzialità cognitive, per avere le competenze e le autonomie che gli serviranno per avere una vita il più possibile piena e felice, a scuola, nel lavoro, nel tempo libero con gli amici…

Aiuta Matteo Mattia e tutti i loro amici di Trisomia 21, dai anche a loro la possibilità di realizzare i loro bisogni e le loro aspirazioni!