La casa è un diritto umano. Lo sapevi?

Sostieni il progetto "Habitat for Inhabitants" per costruire un'abitazione degna di essere chiamata "casa" alle famiglie di Lima in Perù che vivono nelle condizioni più estreme

DNADD Responsive Architecture
Condividi questo progetto

 

Lima è una grande città in continua evoluzione, ma che allo stesso tempo vive in un’infinita contraddizione: un muro di 3 metri di altezza e lungo 10 km che suddivide in due gli strati sociali. Da un lato ci troviamo in un paesaggio completamente arido, senza verde, senza alberi, con poche strade, dove rete idrica ed elettricità sono un lusso e tante piccole abitazioni vengono autocostruite, fino alla cima più alta della montagna. Dall’altro lato esplode il verde, le residenze di pregio, piscine, torri di appartamenti, servizi. La divisione è netta.

Nel continuo tentativo di affermare una sicurezza interna, si segue la logica dell’esclusione.

Il deficit abitativo in Perù arriva oggi a 1.8 milioni, il 20.9% quantitativo e il 79.1% qualitativo. Il 70% delle case vengono costruite senza l’assistenza tecnica di un architetto o un ingegnere.

Un’alta percentuale di problemi sociali derivano dalla mancanza di educazione. Per tanti un diritto – dovere, per altri una mancanza totale. Sapevi che più del 30% dei bambini del mondo non hanno accesso nè ad una scuola nè ad una abitazione adeguata?

L’Associazione DNADD Responsive Architecture si occupa di donare loro uno spazio adeguato, con buona illuminazione naturale, elettricità e servizi sanitari, attualmente principali mancanze e allo stesso tempo valori fondamentali.

Il progetto proposto è composto da: un modulo familiare, un modulo cucina, un modulo bagno e un modulo orto.

Valutando lo stato delle case esistenti di ogni famiglia, in alcuni casi si deciderà di costruire “ex novo”, in altri solamente di implementarle l’esistente con i moduli mancanti.