Robo&Bobo

6 robottini per trasformare il tempo in ospedale: programmazione, digital fabrication ed elettronica per i giovani maker dei reparti pediatrici.

Associazione DEAR onlus
Condividi questo progetto

Siamo un gruppo di professionisti di varia formazione: arte, architettura e design, comunicazione e tecnologia, scienze antropologiche, medicina, psicologia. Crediamo nella pratica del prendersi cura attraverso un ascolto attivo delle esigenze e in favore di un approccio progettuale sperimentale in cui tutte le competenze e i diversi saperi sono messi in rete e condivisi.

Nel 2015 abbiamo dato vita a un’associazione, DEAR-Design Around Onlus, con l’intento di occuparci di umanizzazione attraverso progetti che si muovono nell’ambito delle discipline creative e dei linguaggi contemporanei, a partire dagli ambienti di cura.

L’obiettivo dei nostri progetti è quello di mitigare la percezione dilatata del tempo, la condizione di disadattamento e di deprivazione che si instaurano in condizioni di degenza e di immobilità forzata. Creiamo momenti di relazione che fungano da ponti verso il mondo esterno, spazi fisici e mentali oltre la quotidianità imposta dalle esigenze cliniche: momenti di socializzazione, di evasione, ma anche di formazione, perché è nell’ampliamento delle proprie conoscenze e nell’esplorazione delle proprie potenzialità creative che riteniamo ci si possa meglio esprimere e realizzare, prendendosi cura di sé. I progetti hanno un’impostazione multidisciplinare che spazia dall’architettura al design, dalle arti visive al digitale. Tra le attività che organizziamo ci sono i laboratori, basati su una modalità didattica in grado di bilanciare la componente tecnica e manuale con quella ludica. Le attività non sono concluse in sé, ma intese come fasi di un percorso di ricerca e per questo monitorate in modo costante.

Robo&Bobo è il nostro primo progetto, nato in collaborazione con l’associazione PLUG, e si rivolge ai pazienti adolescenti e preadolescenti (11-18 anni) del reparto di Oncoematologia pediatrica e Centro Trapianti dell’Ospedale Regina Margherita di Torino, per i quali è stato pensato un innovativo percorso didattico-laboratoriale che promuove l’alfabetizzazione nei campi del design, dell’elettronica e della programmazione.

Gli obiettivi sono molteplici: in primo luogo potenziare l’offerta formativa e occupazionale all’interno della struttura ospedaliera, offrendo strumenti utili ad affrontare i tempi della degenza, nonché importanti momenti di svago e di socializzazione.

Le attività proposte da Robo&Bobo danno valore allo strumento digitale non solo come fine, ma come mezzo per formare i giovani ospedalizzati su STEAM (Science, Technology, Engineering, Arts, Math) in modo stimolante e ludico: Robo è un appunto robottino, e Bobo, un giovane maker, il suo compagno e artefice. Il piano di attività consiste nella creazione di artefatti interattivi semplificati, personalizzabili attraverso la combinazione di materiali comuni e di riciclo con componenti elettronici e sensori; nella definizione di percorsi di alfabetizzazione digitale, modellazione 3D semplificata, introduzione alle tecnologie di digital fabrication e stampa 3D. A ciascun partecipante, affiancato da operatori appositamente formati, viene fornito un kit con l’occorrente, oltre a un manuale di istruzioni e a un elenco di risorse (disponibili anche sul sito del progetto) per continuare ad approfondire per conto proprio quanto appreso, in una crescente consapevolezza e autovalutazione dei propri processi conoscitivi. Il progetto si avvale della design consultancy TODO e della collaborazione di un team multidisciplinare di professionisti che operano negli ambiti dell’architettura e del design, della tecnologia, della psicologia, della pedagogia, della sociologia e delle scienze antropologiche. La prima edizione, cominciata nella primavera del 2016, è stata sostenuta da Fondazione Vodafone Italia e dalla Compagnia di San Paolo, e ha ottenuto il patrocinio della Regione Piemonte; 3DP World, Bare Conductive, Born in Berlin, Flying Tiger Copenhagen e Roland gli sponsor tecnici.