Che cos’è?

GivingTuesday Italia ha reso disponibile in occasione della campagna internazionale GivingTuesdayNow una piattaforma di matching con l’obiettivo di sostenere e aiutare le comunità a incontrare i bisogni e il sostegno delle persone.

In questo momento di emergenza ma anche nel prossimo incerto futuro che ci attende sarà fondamentale unire le forze per affrontare sfide sociali ed economiche.

La piattaforma permette infatti da una parte di cercare e promuovere iniziative solidali nate nelle diverse zone d’Italia e dall’altra di offrire il proprio sostegno, unendo la domanda e l’offerta per superare le conseguenze dell’emergenza Covid-19.

Chi può partecipare?

Possono iscriversi al portale Organizzazioni Non Profit, aziende, comuni, persone, scuole e università.

Per partecipare è necessario compilare il form, registrare le proprie informazioni e la descrizione dei servizi cercati, offerti o nel caso sia previsto di entrambi.

Come funziona?

La piattaforma di matching funziona come un motore di ricerca attraverso il quale gli utenti possono registrare, cercare ed entrare in contatto con iniziative presenti sul proprio territorio.

Ti vuoi proporre come volontario? Sei un’organizzazione che eroga servizi sul territorio? Hai avviato una raccolta fondi? Sei un’azienda che vuole offrire competenze, materiali o una donazione? Sei una scuola o un’ università che ha avviato un progetto?

1. UNISCITI AL MOVIMENTO – Partecipa all’ iniziativa di matching e registrati sul portale.

2. OFFRI O CHIEDI – Racconta chi sei e cosa cerchi o offri in modo che altre persone possano entrare in contatto con te. 

3. CONNETTITI CON GLI ALTRI – Condividi l’iniziativa e chiedi alla tua rete di diffonderla. Usa l’hashtag #GivingTuesdayNow e il tag @GivingTuesdayItaly.


É possibile registrare qualsiasi iniziativa che persegua i principi di solidarietà, assistenza, soccorso e sostegno delle comunità che si svolgono sul territorio italiano o internazionale attivate per far fronte all’emergenza o alle conseguenza provocate dall’impatto del Covid-19.

Gli utenti possono promuovere i servizi di prima necessità attivati sul proprio territorio, raccolte fondi o di beni, richiesta e offerta di volontariato o di servizi e competenze per velocizzare e unire le forze per la costruzione di un futuro comune.