fbpx
solidarmondo

ADOTTA UNA SCUOLA

54 VOTI
Condividi
  •  
  •  
  •  
Cosa facciamo

SCUOLA IN UN VILLAGGIO SPERDUTO –

La scuola elementare di Piphima

Nagaland -INDIA

Il Nagaland è uno Stato dell’India, localizzato nella zona nord-orientale del Paese. Confina a nord e ad ovest con l’Assam, a nord-est con l’Arunachal Pradesh, a sud con il Manipur e ad est con il Myanmar. Deve il suo nome all’unione del termine Naga, indicante collettivamente le tribù di lingua tibeto-birmana che abitano la regione e parti degli stati confinanti, con il termine inglese land.

Le città principali  del Nagaland sono Kohima, capitale amministrativa, e Dimapur, capitale economica e centro urbano più popoloso. esteso su una regione interamente montuosa e di difficile comunicazione.

L’agricoltura  rurale è l’attività economica più importante, coprendo oltre il 70% dell’economia dello Stato

Piphima:

Piphima si trova a  45 km dal distretto di Dimapur, Nagaland  e 15 km dalla cittadina di Medziphema. È un villaggio sperduto nelle montagne e  privo di molte strutture oggi indispensabili:  scolastiche, sanitarie e non raggiungibile con mezzi pubblici, ecc

I bambini per frequentare la scuola devono andare nei collegi lontani. Questi collegi però non accolgono  i più piccoli e  chi non è in grado di pagare  la tassa del collegio. Così molti sono privati anche dell’istruzione primaria.

Per affrontare questo situazione, il villaggio ha donato un pezzo di terreno alla parrocchia e la parrocchia ha costruito un piccolo edificio e ha avviato la scuola elementare affidandola a un insegnante laico. Ma la situazione si è ben presto rivelata precaria, anzi la scuola sembrava destinata ad essere chiusa molto presto.  Così, già nel 2010, su richiesta degli abitanti del villaggio e della parrocchia, le Suore della Provvidenza hanno accettato di assumersi la responsabilità e la gestione della scuola stessa

Ben presto si è notato nella scuola e nell’intero villaggio un notevole cambiamento; le suore, infatti, hanno assunto questo compito  con grande interesse ed amore. La scuola ha ripreso a funzionare bene.  Sono stati attuati subito alcuni lavori di ristrutturazione nell’edificio in rovina per renderlo più funzionale, ma si è pensato anche a diverse altre attività utili per il villaggio: doposcuola, attività formative varie anche per i giovani, formazione alla fede.

L’istruzione è uno dei bisogni primari di questo villaggio in quanto i genitori non istruiti affidano principalmente ai bambini la cura delle mucche e delle capre per guadagnarsi il vivere , privando così i loro figli di ogni accesso all’istruzione.

Attualmente la scuola, fino alla classe V , è frequentata da 110 bambini e le difficoltà per portare avanti questo progetto d’istruzione sono veramente molte. Basti pensare che suore e  insegnanti per raggiungere il villaggio percorrono ogni giorno 15 km di andata e ritorno da Medziphema.

Uno dei problemi principali per il proseguimento della scuola è la situazione economica perché i genitori non sono in grado di pagare nemmeno la più piccola retta e le altre spese. Con l’attuale situazione della pandemia che si fa sentire anche in queste zone, la situazione di povertà è aumentata e i genitori non sono in grado di dare nemmeno un piccolo contributo per acquistare i libri e le divise della scuola.

Il presente progetto ha proprio l’obiettivo di mantenere in Vita la scuola in questo lontano e sperduto villaggio.

Le spese scolastiche per l’acquisto di libri, materiale scolastico e divise sono di

Euro 4.180 annuali, cioè 38 euro per bambino.

Cosa puoi fare tu

SIATE IL CAMBIAMENTO, SIATE UN LIBRO, SIATE LA PENNA SIATE IL MAESTRO, FATE LA DIFFERENZA…

Non esistono parole più  giuste per questo progetto che  queste:

“Queste sono le nostre armi più potenti. Un bambino, un maestro, una penna e un libro possono fare la differenza e cambiare il mondo. L’istruzione è la sola soluzione ai mali del mondo. L’istruzione potrà salvare il mondo.”

Malala Yousafzai, discorso alle Nazioni Unite, 12 luglio 2013

Chi siamo

SOLIDARMONDO riconosce nella solidarietà e nella centralità dell’essere umano il fulcro del proprio agire,
nella convinzione che ogni persona debba diventare protagonista attiva nella società.
Si impegna ad operare in base a valori universali fondamentali come dignità, democrazia, uguaglianza e libertà,
nello spirito di Carità di San Luigi Scrosoppi, fondatore della Congregazione delle Suore della Provvidenza,
nostro partner operativo nelle varie parti del mondo.

Operiamo in vari stati nel Mondo: Europa, Africa, Asia e Sud America

I settori di attività prevalente di Solidarmondo sono soprattutto quelli sanitari e socio-educativi, che mirano alla tutela delle categorie umane più deboli, particolarmente i bambini.