fbpx
Cooperativa Lotta contro l'Emarginazione

aMIcittà – Budget di salute e attivazione della comunità

5 VOTI
Condividi
  •  
  •  
Cosa facciamo

Il progetto aMIcittà – programma Welfare in Azione di Fondazione Cariplo attivo a Milano, nei Municipi 9, 2 e 3 – promuove lo sviluppo di una comunità accogliente e inclusiva e il protagonismo delle persone con disagio psichico tramite la sperimentazione di un modello innovativo di cura: il Budget di Salute di comunità.

Il BdS è un progetto riabilitativo individualizzato rivolto a persone con disagio psichico, spesso discriminate dal mercato del lavoro, da quello immobiliare e dai contesti socio-culturali. Interviene su questi tre assi usando strategie elastiche e innovative in una logica di superamento dei modelli prestabiliti, con l’obiettivo di integrare il lavoro clinico con un’offerta variegata di opportunità sociali e di vita, connotate da interventi territoriali “leggeri” ma al contempo “forti” e continuativi.

Vengono così costruite reti con realtà del terzo settore e del volontariato sul territorio di riferimento, valorizzando gli Utenti Esperti e il supporto tra pari. Il beneficiario è sostenuto nelle scelte, per seguire le sue aspirazioni e migliorare la sua qualità di vita privilegiando la connessione con il proprio territorio, favorendo percorsi in uscita dalle Strutture Residenziali.

Partner di progetto: Cooperativa Lotta Contro l’Emarginazione (capofila), ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, Cooperativa Diapason, Associazione Contatto, Comune di Milano.

Cosa puoi fare tu

Aiutaci anche tu a dare un futuro di autonomia, dignità e riscatto sociale alle persone con disagio psichico del Municipio 9, 2 e 3 del Comune di Milano!

Chi siamo

Cooperativa Lotta ha compiuto 40 anni. Partita dalla lotta all’emarginazione negli anni ’80, negli anni è cresciuta, ha attraversato le sfide e le novità dei cambiamenti sociali e del welfare regionale e nazionale, diventando una realtà multiforme che interviene nei settori delle dipendenze e consumi giovanili, salute mentale, disabilità, protagonismo giovanile, vulnerabilità sociale, maltrattamento, infanzia, immigrazione e tratta, scuola, Hiv. Oggi, con i suoi servizi e progetti sperimentali, è spesso attrice protagonista dello sviluppo delle politiche socio-sanitarie.

Lavora a Milano e hinterland e nelle province di Como, Sondrio e Varese coniugando le proprie pratiche di intervento con i bisogni e le culture operative dei territori, e reinterpretando in chiave contemporanea la spinta etica e ideale di costruire la possibilità di diritto di cittadinanza delle persone più vulnerabili e fragili e di dare un contributo alle – e con – le giovani generazioni per un mondo più giusto, equo e sostenibile per tutti.

Video