Emergenza Siria

Categoria: Altro
creato da Porte Aperte Onlus

179 VOTI

Porte Aperte Onlus
Condividi questo progetto

Jina non sa dove sia suo marito Rober, non lo vede da 6 anni. Abraham, il suo bambino, aveva un anno quando il papà è stato rapito e anche se non ricorda il volto, avverte la sua mancanza ogni giorno.

Era il 2013 quando un gruppo di estremisti ha fermato l’autobus su cui Rober viaggiava, portando via i cristiani a bordo. Un sopravvissuto ha raccontato: “Rober non voleva rinunciare alla sua fede. Ci intimavano di convertirci all’islam, ma noi non volevamo abbandonare il nostro Dio”.

In attesa del ritorno di Rober, Jina e Abraham ricevono amore e aiuti da Porte Aperte, per sopravvivere al freddo inverno siriano.

Se non fosse per l’aiuto del Centro di Speranza di Porte Aperte guidato dal pastore Abdalla, Jina e Abraham soffrirebbero molto. “Il Centro ci aiuta con i costi e provvede anche al gasolio per il riscaldamento”, ci ha detto con riconoscenza Jina.

Per nessuno è facile avvicinarsi al periodo delle festività quando manca un membro della famiglia, ma quest’anno Jina e Abraham non dovranno sostenere il peso della tragedia da soli: grazie a te li sosterremo e conforteremo con aiuti pratici, dando loro nuova speranza.

 

Con 20 euro provvedi pacchi viveri e beni di prima necessità, sufficienti a una famiglia siriana per sopravvivere 2 settimane.

 

Nemmeno per un attimo pensiamo di poter colmare il vuoto di Jina e Abraham, a cui mancano un marito, un papà. Tuttavia, insieme, io e te, possiamo allargare la loro famiglia!