fbpx

Kinder–Gardens

Categoria: Lotta alla povertà
creato da GRUPPO TRENTINO DI VOLONTARIATO

3 VOTI

GRUPPO TRENTINO DI VOLONTARIATO
Condividi questo progetto
Contesto:

Il progetto si realizzerà ad Ha Giang, una delle province più povere del Vietnam, situata nel nord del paese, al confine con la Cina. La popolazione è di circa 800.000 persone, di cui il 90% appartengono a minoranze etniche (Mong, Tay, Dao, Nung, Giay, La Chi e Hoa). Le condizioni di vita sono molto dure a causa dell’isolamento della zona e delle difficoltà di accesso, con un territorio montagnoso, coperte da foreste a bassa quota e terre nude in altitudine, il che rende l’accesso e il trasporto nell’area lento e complicato. Inoltre, l’accesso all’acqua è scarso e ciò limita la produzione agricola, rendendola dipendente dalle piogge stagionali. A causa di questo isolamento, i servizi pubblici rivolti alla popolazione locale sono spesso molto limitati. La maggior parte della popolazione parla la lingua della propria minoranza etnica, mentre il vietnamita, fondamentale per accedere ai servizi, viene appreso solo a scuola. Come conseguenza, l’accesso alla scuola rappresenta lo strumento principale per garantire equità e accesso ai diritti, in quanto consente alle persone comunicare con gli uffici governativi, partecipare alle occasioni di formazione, comprendere i propri diritti. Il fenomeno dell’abbandono scolastico da parte dei bambini è purtroppo però molto diffuso, dato che il loro aiuto è spesso richiesto dalla famiglia nei lavori agricoli. La popolazione locale si occupa quasi esclusivamente di agricoltura, coltivando riso, mais e manioca. Si tratta fondamentalmente di agricoltura di sussistenza e raramente le famiglie hanno a disposizione risorse monetarie per integrare la dieta, che è quasi esclusivamente composta da riso, verdure e tofu e vede una carenza di proteine di origine animale. Spesso il riso è l’unico cereale inserito nella dieta e le verdure vengono consumate bollite o fritte, con una riduzione delle sostanze nutrizionali. Nelle scuole viene fornito agli studenti giornalmente un pranzo molto povero, avendo ogni scuola a disposizione un fondo pubblico equivalente a circa 0,30€/pasto/bambino: il pasto è perciò principalmente costituito da riso a cui, solo un paio di volte alla settimana, viene aggiunta carne di maiale. La persona incaricata di cucinare per la scuola è pagata dalle famiglie dei bambini, per un compenso di circa 80€ al mese, contributo che è richiesto a famiglie in gran parte economicamente già molto povere e che faticano a fornire una dieta adeguata ai propri figli. In particolare, il progetto si svolgerà in degli asili situati nei comuni di Coc Pai, Nam Dan e Ta Nhiu, nel distretto di Xin Man, Provincia di Ha Giang. GTV dal 2018 lavora in questo distretto con progetti di cooperazione allo sviluppo (ad esempio con la costruzione di un acquedotto completato nel 2020 e con la ricostruzione di diverse scuole e asili), sostenendo inoltre 100 bambini locali con il programma di Sostegno a Distanza e proponendo itinerari di turismo responsabile per viaggiatori italiani. GTV ha quindi sviluppato una conoscenza e un rapporto stabile con le istituzioni locali e con le scuole di diversi comuni. In questi tre comuni abitano 12.950 persone, di cui 1.400 bambini dai 3 ai 5 anni, frequentanti gli asili locali. Secondo i dati fornitici dai Centri di Salute comunali, il 17% dei bambini abitanti in questi tre comuni sono sottonutriti e il 32% sono sottosviluppati in altezza (dati “Communal Health Centers” di Coc Pai, Nam Dan e Ta Nhiu, novembre 2020).

Obiettivi:

L’obiettivo generale del progetto è quello di contribuire all’Obiettivo dello Sviluppo Sostenibile n° 2 delle Nazioni Unite “Fame Zero” per il distretto di Xin Man (Nord del Vietnam), ovvero “porre fine alla fame, realizzare la sicurezza alimentare e una migliore nutrizione e promuovere l’agricoltura sostenibile”. L’obiettivo specifico è quello di migliorare la qualità dell’alimentazione dei bambini frequentanti le scuole dell’infanzia di tre comuni situati nel distretto di Xin Man.

Attività:
  • Organizzazione delle reti di gestione in ogni scuola e individuazione terreno: Per ogni orto che si andrà a creare nelle scuole, GTV prenderà inizialmente contatti con tutti gli stakeholder locali (insegnati, autorità locali competenti, genitori) per creare una rete di gestione degli orti stessi. La rete di gestione di ogni scuola individuerà il terreno destinato all’orto, che verrà fornito gratuitamente in gestione dalle autorità locali alla scuola per un tempo almeno triennale e che soddisferà alcuni criteri stabiliti dalla rete di gestione perché si possa ottenere una produzione sufficiente all’alimentazione degli studenti e sia di facile gestione (ampiezza, vicinanza alla scuola, qualità del terreno, etc.). Questo organo definirà inoltre le modalità di cura dell’orto durante l’anno scolastico e il periodo estivo, sarà responsabile delle coltivazioni e della sostenibilità del progetto dopo il primo anno.
  • Creazione orti e coltivazione: Per ogni modello, il progetto fornirà il materiale utile a delimitare e proteggere il terreno coltivato (con ringhiere, reti e cancelli), le sementi e le piante che verranno coltivate (prediligendo frutta e ortaggi che abbiano una resa in pochi mesi e che siano nutrienti, in accordo con le reti di gestione), i fertilizzanti e gli attrezzi necessari. Si mira a creare cinque orti in cinque diversi asili appartenenti a tre comuni del distretto di Xin Man (Coc Pai, Nam Dan e Ta Nhiu). La coltivazione sarà a cura delle insegnanti e dei genitori, seguendo le modalità che le reti di gestione definiranno. I prodotti che verranno raccolti saranno cucinati nelle cucine della scuola ed andranno ad integrare l’alimentazione quotidiana degli studenti. Dopo il primo anno, per il quale il progetto fornirà anche sementi e fertilizzanti, le reti di gestione degli orti si impegneranno a reperire autonomamente questi materiali di consumo per gli anni successivi, per garantire la sostenibilità del progetto per una durata almeno triennale.
  • Training sulla corretta nutrizione Se sarà possibile – grazie ai finanziamenti che si raccoglieranno – in ognuno dei tre comuni in cui verranno implementati gli orti, GTV organizzerà un training sul tema della corretta alimentazione. Un formatore esperto sul tema, dopo aver analizzato il contesto e i prodotti alimentari disponibili per le famiglie locali, terrà un giorno di formazione in ogni comune. Verranno invitati a partecipare gli insegnanti e le famiglie del comune (estendendo l’attività anche agli insegnanti e ai genitori delle scuole non parte di questo progetto, per aumentare l’impatto del corso stesso).
Ricadute:

Tramite la partnership con le autorità locali, gli insegnanti e i genitori, si mira a creare cinque orti in cinque asili locali per la coltivazione di frutta e verdura che integreranno i pranzi offerti dalle scuole, a beneficio di circa 125 bambini in totale. Si organizzeranno inoltre training sulla corretta nutrizione aperti ai genitori e agli insegnanti e si monitorerà la gestione degli orti tramite riunioni organizzate da GTV e missioni periodiche. Il fine ultimo sarà quello di sostenere le comunità locali nel trovare vie innovative per integrare al meglio la dieta dei piccoli studenti, ora molto scarsa e insufficiente a fornire i nutrienti necessari per la loro crescita.

Oppure con bonifico bancario:

IBAN IT71C0830434290000040307219 c/c intestato a Gruppo Trentino di Volontariato presso Cassa Rurale di Trento