La Casa di Alice

creato da Associazione Genitori Insieme Onlus
Associazione Genitori Insieme Onlus
Condividi questo progetto

La “Casa di Alice” è un bene confiscato alla criminalità organizzata e restituito ai cittadini come casa accoglienza gratuita che ospita e sostiene le famiglie dei bambini onco-ematologici in cura lontano da casa. L’associazione Genitori Insieme Onlus, nasce nel 1990 dall’esperienza di alcuni genitori che decidono di unirsi in un obiettivo comune: migliorare la cura e la degenza dei bambini affetti da malattia onco-ematologica, offrendo loro ambienti accoglienti e confortevoli.

In linea con la mission associativa, nel 2013 viene realizzato il progetto la “Casa di Alice” allorquando l’associazione ottiene dal comune di Napoli la concessione di un bene confiscato alla camorra e lo trasforma in una casa accoglienza dotata di tutti i comfort. L’obiettivo di questo ambizioso progetto è quello di lasciare intatto il più possibile il nucleo familiare durante le lunghe terapie, accogliendo la famiglia ed offrendole una maggiore serenità per poter affrontare la malattia e garantire un miglior andamento delle cure fino alla guarigione. “Come genitori che hanno vissuto in prima persona l’esperienza della malattia del proprio figlio e che si sono trovati costretti ad abbandonare la casa e gli affetti per migrare in altre città, sappiamo quanto sia importante restare uniti nel momento del bisogno e trovare un luogo accogliente dove soggiornare “proprio come a casa””. La casa di Alice è fornita di 3 camere con bagno, cucina e soggiorno living in comune atto a favorire il sostegno emotivo e il mutuo aiuto tra le famiglie ospitate. Offre numerosi servizi per rendere la permanenza più confortevole possibile come la rete wi-fi, un impianto autonomo di riscaldamento ed aria condizionata, servizio di pulizia, sky-tv, posto auto e assistenza ed animazione dei nostri volontari.