Le radici culturali della violenza

Categoria: Inclusione sociale
creato da Associazione Alilò Futuro Anteriore
Associazione Alilò Futuro Anteriore
Condividi questo progetto

Violenti/e non si nasce, si diventa. Ma perché accade? E soprattutto, come si può evitarlo?

Ragionare sulle radici culturali della violenza può, crediamo, disinnescare i meccanismi che portano ad atti e atteggiamenti violenti. Per questo vorremmo organizzare un intervento formativo in cui affrontare le dinamiche alla base della violenza e promuovere una cultura basata sul rispetto delle diversità, sul superamento degli stereotipi e sull’inaccettabilità della violenza, in qualsiasi forma essa si manifesti (fisica, verbale, sessuale, psicologica…).

Proponiamo un corso rivolto a chi sente l’esigenza di riflettere sulle radici sociali e culturali, sugli stereotipi e sui pregiudizi che sostanziano e vengono usati per giustificare i comportamenti violenti.

Il corso è rivolto in particolare a chi opera nei settori educativo, socio-assistenziale e socio-sanitario e, in generale, nei servizi alla persona. I/le partecipanti impareranno a programmare e realizzare interventi di contrasto al bullismo e di prevenzione dei comportamenti violenti, con il fine di sviluppare relazioni basate sul riconoscimento, sul rispetto e sulla valorizzazione delle diversità di tutte e tutti. Durante gli incontri verrano forniti contenuti e metodi adeguati per riconoscere, affrontare e prevenire questi fenomeni, sviluppando competenze nuove, aggiornate e specifiche per chi già lavora con le persone e si confronta con problemi nuovi.

Durante il corso verranno utilizzati linguaggi e metodologie diverse: le lezioni frontali saranno alternate ad attività laboratoriali, visioni di video e performance teatrali, lavori individuali e in piccoli gruppi.

Tematiche affrontate:

– Percorsi di violenza: gerarchie sociali e di genere

– La costruzione sociale del maschile e il bullismo omofobico

– Strumenti per superare sessismo ed eterosessismo nella comunicazione: lingua, media, pubblicità

– Corpo ed emozioni come parti fondanti dei processi di conoscenza e apprendimento

– Il cyberbullismo: la sfida educativa delle nuove tecnologie

– Esperienze e progettazione in ambito educativo e sociale

Luogo del corso: Bergamo

Periodo: primavera 2020

Durata: 25-30 ore

Rete di co-progettazione: il progetto coinvolge diversi enti e realtà del territorio

Target: 15-30 partecipanti