NELLO YEMEN IN GUERRA UNA SALA OPERATORIA PER SALVARE VITE

Categoria: Salute e ricerca
creato da INTERSOS Organizzazione Umanitaria
INTERSOS Organizzazione Umanitaria
Condividi questo progetto
CONTESTO

In Yemen, dopo quattro anni di conflitto, è in corso quella che le Nazioni Unite definiscono la più grave emergenza umanitaria al mondo. 24 milioni di persone, l’80% della popolazione, necessitano di assistenza umanitaria e di protezione. 

Ospedali, case, scuole, strade e acquedotti sono stati bombardati.

  • 17,8 milioni di persone non hanno adeguato accesso all’acqua potabile e ai servizi igienici.
  • 10 milioni di persone hanno bisogno di assistenza alimentare.

Dal punto di vista sanitario, oltre la metà delle strutture sono chiuse o danneggiate. Ovunque scarseggiano medicinali, personale medico, corrente elettrica e acqua.

  • Due milioni di bambini sotto i cinque anni sono affetti da malnutrizione.
  • 1,1 milioni di donne incinte o in fase di allattamento hanno bisogno di urgente assistenza medica per sopravvivere.

Il conflitto ha avuto un impatto devastante sulle condizioni socio-economiche e finanziarie delle famiglie yemenite, contribuendo direttamente all’aumento della povertà, della malnutrizione e del deperimento fisico della popolazione.

PROGETTO

Il distretto di Ku’aydinah è una delle aree più remote del Nord dello Yemen. INTERSOS è l’unica organizzazione umanitaria che si occupa di salute in questa zona del Paese.

I piccoli ambulatori o centri di salute presenti sono danneggiati, spesso mancano personale, farmaci, attrezzature e forniture di base, come acqua ed elettricità. L’assistenza sanitaria in questo luogo non è garantita.

Ed è qui, in questa zona spesso dimenticata, che vogliamo costruire ed attrezzare una sala operatoria all’interno di uno dei pochi ospedali ancora attivi ma che, ad oggi, non assicura attività di primo intervento e di pronto soccorso operatorio.

 

È un’opera urgente e prioritaria, dato l’enorme numero di persone bisognose di cure mediche d’emergenza, persone vulnerabili come donne incinte e bambini.

Ad oggi, i pazienti che necessitano di un intervento chirurgico vengono trasportati d’urgenza nei distretti limitrofi, mettendo in pericolo la loro vita a causa delle cattive condizioni di viaggio durante i lunghi trasferimenti.

La costruzione della sala operatoria contribuirà a salvare la vita di circa 10.000 persone, garantendo attività di pronto soccorso, interventi d’emergenza, parti sicuri e assistiti, e contribuendo così a migliorare le condizioni di salute della popolazione che vive nel distretto di Ku’aydinah.

 

CHI SIAMO

INTERSOS è presente in Yemen dal 2008. Dall’inizio del conflitto, nel marzo del 2015, è una delle poche organizzazioni internazionali, e l’unica organizzazione umanitaria italiana, che non ha abbandonato il paese, continuando a garantire assistenza medica e nutrizionale, sia nel Nord che nel Sud, portando soccorso anche nelle località più remote e difficilmente accessibili nei Governatorati di Sana’a, Aden, Hadramout, Taiz, Ibb, Hajja, Mahweet e Lahj.