Progetto REGOMA – IOV di Padova

Categoria: Salute e ricerca
creato da Fondazione Giovanni Celeghin Onlus
Fondazione Giovanni Celeghin Onlus
Condividi questo progetto

Si chiama REGORAFENIB ed è una svolta epocale per il trattamento del Glioblastoma Multiforme, il tumore al cervello più comune e aggressivo.

Questa terapia mirata è stata inserita dall’AIFA, l’Agenzia Italiana del Farmaco, nell’elenco dei farmaci erogabili con procedura anticipata, cioè a carico del Servizio Sanitario Nazionale, nei casi in cui non vi sia un’alternativa terapeutica valida (sfruttando la legge 648/1996) in caso di recidiva di glioblastoma.

Lo studio è frutto del lavoro di un’equipe dello IOV – Istituto Oncologico Veneto, guidata dalla dott.ssa Vittorina Zagonel e dal dott. Giuseppe Lombardi, insignito del premio Franco Venturini come miglior giovane oncologo d’Italia proprio per questo importantissimo risultato.

Quali pazienti con glioblastoma possono beneficiare maggiormente del trattamento con regorafenib? É lo scopo della cosiddetta “Medicina di Precisione” che rende sempre più personalizzato il trattamento oncologico del glioblastoma. Ed è proprio l’obiettivo dello studio traslazionale coordinato dallo IOV e collegato al progetto REGOMA: individuare nei pazienti affetti da glioblastoma quelle specifiche alterazioni molecolari collegate ad una maggiore efficacia del trattamento con regorafenib.

La nostra Fondazione #controitumoricerebrali  co-finanzia il progetto, a dimostrazione di quanto l’iniziativa privata, resa possibile dalla generosità di molti cittadini, sia ancora fondamentale in Italia per lo sviluppo della ricerca scientifica.