fbpx
Sabaoth Soc. Coop. Sociale

Riscattiamo i ragazzi del bosco di Rogoredo

392 VOTI
Condividi
  • 4
  •  
Cosa facciamo

In un quartiere della periferia milanese chiamato Rogoredo esiste il cosiddetto “bosco della droga”. Qui trascorrono le loro giornate molti ragazzi – troppi e spesso minorenni – che son stati inghiottiti nel tunnel della droga con conseguenze devastanti per loro stessi e le famiglie. La situazione è degradante e difficile da rendere a parole: prostitute minorenni, senzatetto che dormono tra escrementi e siringhe, giovani che vivono aspettando di comprare la dose quotidiana con i pochi spiccioli recuperati in metropolitana o illegalmente.

Questa è la parte della società che c’è ma si preferisce non vedere, i “rifiuti umani”, i “falliti” della società. Ebbene, è per loro che da anni abbiamo allestito uno stand all’entrata del bosco dove forniamo alimenti e semplici articoli di prima necessità – queste persone hanno infatti bisogno di tutto, perché la droga consuma ogni risorsa. Gli obiettivi del nostro progetto sono molteplici: instaurare relazioni sane e incoraggiare chi ce lo permette ad entrare in comunità di recupero e a cambiare vita, ricongiungere – attraverso percorsi di mediazione e riabilitazione – una madre o un padre che a causa della droga hanno perso il rapporto con i propri figli o ragazzi che da anni non parlano con i propri genitori e sono dispersi all’interno del bosco. Oltre ai ragazzi stessi, sosteniamo anche le loro famiglie in questo lungo processo di recupero e di riabilitazione dalla tossicodipendenza.

Lavorano nel nostro team ex tossicodipendenti che hanno completato da anni e con successo un percorso di riabilitazione e per questo possono essere degli esempi e degli spiragli di speranza: desideriamo, infatti, che chi si ferma allo stand si senta amato e apprezzato, chiunque sia. In questi anni abbiamo accompagnato diversi ragazzi tossicodipendenti in vari percorsi di recupero, con il supporto di strutture e comunità. Inoltre, abbiamo conosciuto diversi ragazzi affetti dal virus Hiv, e siamo riusciti a convincerli a farsi curare, collaborando con vari ospedali per una rete sanitaria attorno a loro.

Cosa puoi fare tu

Non vogliamo fermarci solo al bosco di Rogoredo, ma desideriamo formare dei team specializzati per poter raggiungere altre zone di spaccio in Italia, aiutaci ad aiutare.

Condivi questo progetto e sostienici attraverso un bonifico bancario:

      BANCA INTESA SANPAOLO, MILANO, FILIALE ACCENTRATA TERZO SETTORE
      IBAN: IT41P0306909606100000011838             BIC: BCITITMM
      BENEFICIARIO: SABAOTH SOC. COOP. SOCIALE
      CAUSALE: LIBERA DONAZIONE PROGETTO ROGOREDO

La tua donazione, eseguita a favore della Sabaoth Società Cooperativa Sociale,  ente Onlus di diritto (sulla base della L. 381/1991), è:

–     detraibile dall’imposta dovuta, nella misura del 26% calcolata sul limite massimo di 30.000 euro per un risparmio fino a 7.800 euro (fino al 2014 il limite era di 2.065,83 euro).
–     deducibile dal proprio reddito per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000,00 euro annui (art. 14 comma 1 Decreto Legge 35/05 convertito in Legge n. 80 del 14/05/2005).

Chi siamo

Da circa vent’anni diamo il nostro contributo alla collettività, aiutando concretamente chi è nel bisogno e si trova in uno stato di particolare vulnerabilità, senza distinzione di sesso, di lingua e di religione. Il nostro impegno è anche la nostra certezza: è possibile essere la “mano di Dio” per migliorare la realtà che ci circonda, e fare così la differenza nella vita di quelli che sono considerati “ultimi”, cioè i più deboli, gli emarginati, gli indesiderati e gli esclusi.

Con questa ferma convinzione, nel 2000 abbiamo dato vita all’area sociale della Sabaoth Church, collaborando efficientemente con attori di varia natura – istituzioni nazionali e locali, altre associazioni e volontari singoli – e attivando specifici percorsi di miglioramento nella comunità in cui siamo inseriti e di cui abbiamo deciso di prendere responsabilità attiva. Desideriamo raccontarvi brevemente i nostri principali progetti, elargiti in modo totalmente gratuito grazie alla generosità costante dei nostri sostenitori e all’abnegazione dei nostri volontari.

Il nostro impegno è anche la nostra certezza: è possibile fare la differenza e migliorare la realtà che ci circonda cominciando ad aiutare gli ultimi, i più deboli, gli emarginati, gli indesiderati, gli esclusi. La nostra associazione si pone sinergicamente al centro di una rete composta da diversi attori e cerca in tutti i modi di attivare percorsi di miglioramento della proprie condizioni familiari, sanitarie e psicologiche.