Segui la Luna

Categoria: Cultura
creato da Associazione
Associazione
Condividi questo progetto

Nel mio corpo c’è qualcosa che non funziona più bene! Provo tanto dolore e non riesco più a fare quello che fanno i miei amici. Perché? Cosa mi sta succedendo?[1]

Queste sono solo alcune delle domande a cui i genitori devono cercare di rispondere, quando i primi sintomi della malattia rendono le visite in ospedale dei figli più frequenti.

In Piemonte nel 2017 sono stati 7.177 i minori ricoverati nelle strutture ospedaliere pubbliche e private (convenzionate con il SSN) in regime di degenza prolungata[2].

L’ospedalizzazione rappresenta un mutamento radicale nella vita dei bambini che, se non adeguatamente supportato, rischia di essere traumatico. Da una quotidianità fatta di scuola, amici e sport, si trovano catapultati in un contesto in cui a scandire il tempo sono le visite, i pasti programmati e le cure.

Ma la curiosità per la scoperta, la voglia di giocare e scherzare con i propri pari sono aspetti che neanche la malattia può oscurare totalmente e che, oltre a contribuire allo sviluppo cognitivo e affettivo del bambino, possono fungere da potente anticorpo per la guarigione.

Nasce quindi la necessità di trattare l’ospedalizzazione come un’esperienza che vada oltre la sola erogazione di cure: gli ospedali e le associazioni, accanto alla funzione curativa, si premurano sempre di più di predisporre risorse e attività che contribuiscano a stimolare, ciò che viene definita, la “parte sana” del bambino.

Segui la Luna è un progetto di Infini.to – Planetario di Torino che nasce dalla volontà di fornire un’attività di sostegno attivo per i bambini ospedalizzati, portando negli ospedali pediatrici della Regione Piemonte un’esperienza stimolante e divertente incentrata sulla Luna. Sono stati progettati interventi e percorsi didattici personalizzati per ogni situazione che vanno dall’osservazione diretta del nostro satellite ad occhio nudo e attraverso un telescopio, all’attività di laboratorio da fare in reparto, simile ai laboratori didattici che le scuole svolgono presso il Museo.

Sostenendo questo progetto contribuirai a stimolare e rendere più forte la “parte sana” dei bambini, appagando il loro desiderio di scoperta e meraviglia, anche in ospedale.

 

[1]  S. Bruno, Il bambino in ospedale, in “Tredimensioni”, 7 (2010), pp. 176-184

[2]  Annuario Statistico del Servizio Sanitario Nazionale 2017