Tutti sul pulmino. Nessuno escluso

Categoria: Disabilità
creato da Fondazione New Humanity International
Fondazione New Humanity International
Condividi questo progetto

In India, nello slum di Jawahar Nagar, vivono famiglie in condizioni di estrema povertà. In questo contesto i bambini con disabilità vengono lasciati soli in casa, per terra in un angolo se non riescono a muoversi, se invece sono in grado di spostarsi vengono addirittura legati per evitare che escano finché i genitori sono a lavorare. Non ci sono servizi per la disabilità, tutto è a pagamento e fuori dallo slum, nella città di Jaipur.

Noi di New Humanity abbiamo iniziato a lavorare in questo contesto nel 2017 e abbiamo avviato un programma di riabilitazione su base comunitaria, un metodo che coinvolge l’ambiente e le persone che vivono attorno al ragazzo con disabilità. Da questa esperienza è nato il centro Navchetan, che fornisce servizi gratuiti ai bambini con disabilità: un luogo dove possiamo accogliere i bambini per garantirgli fisioterapia, organizzare momenti di educazione e di gioco e incontri con le loro famiglie.

Rimane però un grande problema: il trasporto I bambini non sono in grado di raggiungere il centro autonomamente e le famiglie non hanno i mezzi per accompagnarli. In questo mesi abbiamo quindi cercato di far arrivare i bambini fino al centro pagando un taxi, ma il taxi non è adatto al trasporto di molti dei ragazzi seguiti e in più non può garantire il trasporto di tutti i ragazzi, quindi qualcuno rimane sempre escluso.

Abbiamo bisogno del vostro contributo Vorremmo poter acquistare un pulmino attrezzato per il trasporto dei bambini disabili fino al centro Navchetan, dove possano ricevere i trattamenti di fisioterapia e soprattutto partecipare alle attività di gruppo con altri bambini e altre famiglie che affrontano gli stessi problemi e sentirsi meno soli uscendo dalla loro condizione di emarginazione. Finché non avremo questo mezzo purtroppo molti bambini rimarranno isolati.

Leggi la storia di Anshu