fbpx

Una leonessa per amica

Categoria: Protezione e salvaguardia degli animali
creato da Antonella Bertocchi

2024 VOTI

Antonella Bertocchi
creato da
Antonella Bertocchi
Condividi questo progetto

Ma Kora è mia amica? Si, lei è mia amica. E io sono sua amica. Ecco

Basterebbero queste poche parole a spiegare il senso di un regalo bellissimo, che ad un approccio di superficie potrebbe sembrare semplicemente un aiuto economico, sul genere delle “adozioni a distanza” … ma poiché dietro alla parola adozione si nasconde sempre tanto, tantissimo di più, ecco che ci si è aperta davanti una strada che costruiscono insieme Emma e Kora, mettendo via via un mattoncino dopo l’altro del sentiero.

In breve: quinto compleanno di nostra figlia, che, reduce da una full immersion ne Il Re Leone di Disney, va spavaldamente dichiarando al mondo che il suo animale preferito è appunto il leone; decidiamo allora di regalarglielo, un leone! Nessun pelouche, né giri allo zoo: vogliamo un leone vero, con la sua maestosità, il ruggito che per un attimo ti ferma il cuore e la sua storia. Una storia che insegna.

Avevamo già conosciuto anni addietro il centro di Monte Adone: la sua mission, le attività, gli straordinari volontari… e con loro confezioniamo il regalo per Emma: una busta piena di foto e un certificato ufficiale di amicizia, per un anno (*).

Emma apre la busta, un po’ perplessa; ascolta la spiegazione mentre studia le foto da vicino.

Quindi Kora è una leonessa? E siamo amiche, è mia amica? Quando la posso vedere? Ma non è che mi graffia con i suoi artigli?? E i suoi cuccioli sono piccoli o grandi? E cosa fanno? Giocano? Cosa mangiano? Ma chi gliela dà la pappa?”… e chi più ne ha più ne metta!

Le risposte un po’ alla volta ce le ha date, naturalmente, il centro di Monte Adone insieme ai suoi volontari, davvero straordinari. Kora è, in effetti, una grande amica, anche di penna: inizia così una corrispondenza incantevole con scambi di disegni, palline di natale, cartoline dalle vacanze… e Kora entra anche a scuola: nel libro creato dalle insegnanti durante le difficili settimane del lockdown, ciascun bimbo è descritto con una sua caratteristica o una cosa che gli piace … ed Emma “si sente una leonessa”!

E come tutti gli amici, Kora insegna, tanto: a prendersi cura, come lei fa con i suoi cuccioli; a far rispettare le regole, altrimenti rimette tutti a posto con un ruggito (e si sa che, quando le mamme ruggiscono, è sempre bene dar retta…), e soprattutto che bisogna avere grande rispetto dell’altro, chiunque esso sia: altrimenti succede che “un fotografo l’ha presa e la teneva, male, perché Kora voleva la sua mamma, mica fare le foto, e poi aveva anche caldo… e adesso non ci può tornare a casa sua, anche se vorrebbe… per fortuna sta al centro Adone … che poi è vicino a casa mia, così ogni tanto ci vado con la macchina a trovarla. E là vedo anche gli scimpanzé, che ci hanno buttato l’acqua, per fare uno scherzo… e le tigri, che fanno il bagno nella vasca… e i lupi, cioè i lupi non li ho proprio visti, perché a loro non piace la confusione e stanno nascosti…”.

E in un magico passaparola, come solo tra bimbi può esserlo, Kora sta diventando popolare: quando ho sentito Emma spiegare a suo cugino più piccolo che, quando anche lui compirà 5 anni diventando così finalmente grande, allora potrà “aiutare un leone, una tigre … ma veri veri eh, guarda questa è Kora: sta al centro adone!“, ho capito che, alla fine, come sempre, il regalo se lo fa chi dona: un regalo molto, molto speciale.

 

(*) un anno, che ora sono diventati due… piccole amiche crescono!