VOGLIAMO VIVERE E DIVENTARE GRANDI!

Categoria: Lotta alla povertà
creato da Associazione Missione Belem Onlus
Associazione Missione Belem Onlus
Condividi questo progetto

Noi di Missione Belèm ci siamo sempre a Wharf Jeremie, favela sul grande immondezzaio di Haiti nella periferia di Porto Principe, e portiamo lì direttamente anche voi e il vostro aiuto come stiamo facendo già da 9 anni.

Proprio ora Haiti sta vivendo una situazione disperata a causa della forte instabilità politica tra partiti al potere, opposizioni politiche e devastanti azioni di gruppi di banditi che stanno derubando chiunque si trovi per la strada anche solo per comprare cibo e acqua.

Vengono incendiati o rubati i camion che trasportano le merci alimentari. Chi ha ancora un’occupazione spesso non può recarsi al posto di lavoro, mentre gli altri faticano a trovare da mangiare ogni giorno.

Chi sta male non può raggiungere nessun ospedale e rimane bloccato in una baracca di lamiera invasa dalle acque dei canali fognari che esondano sempre in questo periodo dell’anno.

In questo mondo ci rimettono sempre i più indifesi, i bambini delle zone periferiche e più povere i quali nascono e vivono tra le fogne e i rifiuti dove molti di loro muoiono a causa della denutrizione e della disidratazione.

Missione Belèm, con il suo centro nutrizionale e l’infermeria, lavora continuativamente per salvarli da fame e malattie pediatriche e ora sta costruendo un ospedale per poter accogliere 200 bambini in più ogni giorno.

Jakikì, il bimbo che abbiamo aiutato lo scorso anno assieme ad altri in cura con lui, è guarito molto bene dalla denutrizione e cresce gioioso accolto dalla famiglia di Nadesh, un’insegnante della scuola della nostra missione.

Ora dobbiamo portare le cure a molti altri bimbi in grave necessità.

Aiuta il centro nutrizionale a salvare insieme a noi queste creature dalla morte e dai gravi problemi mentali causati dalla mancanza di alimentazione.

Il nostro obiettivo è raccogliere 6.000 euro per garantire 1 mese di cure alle malattie pediatriche e alla denutrizione neonatale per 60 bambini.

Stesso obiettivo dello scorso anno ma sempre una maggior voglia di farcela a salvare questi piccoli amici di Jakikì.

Dona e passa parola … chi ti ringrazia di cuore è un bimbo di Haiti che è tornato a vivere.